nuovo

venerdì 31 gennaio 2014

Annunciato Combat Mission: Red Thunder

Finalmente si conosce il nome finale del nuovo Combat Mission ambientato sul fronte orientale: come già supposto da molti, ci sono i lanciafiamme!

Red Thunder (nome non certo originale) promette di essere un bel salto in avanti rispetto ai predecessori, che si spera verranno adeguati allo stesso standard con la patch 3.0.

Qui il link con tutte le informazioni:

http://www.battlefront.com/index.php?option=com_content&task=blogcategory&id=330&Itemid=567



mercoledì 29 gennaio 2014

Civil War 2 The Bloody Road South

L'Ageod ha annunciato una dlc per Civil War 2, The Bloody Road South.

Ecco l'elenco del contenuto:


Battle Scenarios
1863 – Thunder at the Crossroads (June-July 1863, Battle of Gettysburg)
1864 – Make Georgia Howl (July-October 1864, Battle of Atlanta)

One Theater Annual Campaign Scenarios
1862 – Eastern Theater
1862 – Western Theater

Grand Campaigns with all Theater Scenarios, later starts
1862-1865 – Struggle for the Heartland
1863-1865 – Triumph & Defeat
1864-1865 – Bloody Roads South

Annunciato Crusader Kings II: Rajas of India

Una nuova DLC per Crusader Kings II è stata annunciata dalla Paradox: Rajas of India. Dal nome già si capisce che la mappa sarà ampliata per includere l'India.




Dust off your jewelled turban and defend dharma as a mighty Indian Raja, conquering in the name of Indra! Raise war elephant units and fight in the dense jungle terrain. Make Siddhartha proud as a Buddhist and advance your technology or maintain a harmonious stable realm as a Jain. Raid your neighbors as a warlike Hindu of the Kshatriya caste! Crusader Kings II: Rajas of India introduces a wealth of new cultural and religious events that would appease even the ferocious goddess Kali, including meeting yogis and sadhus, celebrating Diwali and thinking about your reincarnation. Be careful, the Wheel of Life keeps on turning and those karmic forces can be equally cruel! With all eyes on Hindustan, the map has been extended far to the east to encompass hundreds of new provinces in Central Asia as well as opening up the ports of The Red Sea and Indian Ocean for navigation by your fleets.

L'uscita della DLC è prevista per questa primavera.

lunedì 27 gennaio 2014

Stronghold Crusader 2 sarà rilasciato questa estate

http://www.strongholdcrusader2.com/

Releasing in the summer is a little later than we had initially hoped, but once again our intention is to release a game that lives up to the Crusader name. Whenever we meet someone who played and enjoyed the original they always have a story to tell about the time they finally beat that hard as nails Crusader Trail mission or when they took on seven AI opponents at once! When people have such fond memories you can’t rush a sequel out the door, which is why we have chosen to take our time when it comes to feature implementation and play testing. We’re at a point now where we can dip into skirmish mode or a multiplayer game during lunch and have fun, which is a fantastic feeling for the team.

With the game in its current state we can spend extra time tuning and tweaking the various new units and siege equipment that will soon be storming other players online. It will also mean we have enough time to reduce the number of bugs and crashes right down before launch and refine the core gameplay loops that make it fun. We know players are eager to get their hands on the game, but Crusader 2 must be fun, stable and complete at launch.


Europa Universalis IV: Wealth of Nations

Annunciata la nuova DLC per EU IV, Wealth of Nations.

La nuova DLC dovrebbe avere le seguenti features:
  • The Invisible Hand of the Market: You can act covertly to instigate trade conflicts among the competition, stifling income and leaving yourself atop the economic heap.
  • Seize the Seas: Hiring privateers can damage enemy shipments and cripple their trade, but risks retaliation in the form of open warfare if you are caught.
  • Capitalize: Empires can designate a specific port as their trade capital, separate from their national capital, and strengthen local trade routes through the use of inland trade nodes.
  • Monopolize and Mobilize: Form an East India Company and reach faraway trade partners with an unstoppable shipping concern.
La data di rilascio è prevista per la seconda metà dell'anno.


domenica 19 gennaio 2014

Hegemony - Rome : screenshots e trailer

Finalmente dopo tanto tempo notizie su Hegemony - Rome, seguito di Hegemony - Wars of Ancient Greece con screenshots e un trailer.



Qui potete trovare gli screenshots:

Battaglia con Scourge Napoleonic ieri sera

Altra bella battaglia ieri sera con Scourge of War con il napoleonic mod. Lo scenario era un attacco difesa con gli austriaci all'attacco. Le forze erano all'incirca della stessa dimensione.

Berthier e Io ci organizziamo per un attacco scaglionato: Berto fa una lunga marcia da ovest verso est per poi muovere verso nord con il fianco lungo il fiume, io partirò appena ricevuta conferma da lui si essere pronto ad attaccare, con una marcia diretta verso nord est.

La marcia e il collegamento riescono bene e sulla destra sembriamo anche prevalere per qualche tempo con un attacco congiunto, mentre sulla sinistra mi accontento di resistere. Ma la spinta non basta e alla fine veniamo ricacciati.

Qui allego il video dal mio punto di vista:




sabato 18 gennaio 2014

Scourge of War come usare al massimo l'AI

Ieri abbiamo fatto una prova di battaglia 1 contro 2 a Scourge (qui sotto il video del replay). Dallo scontro mi sono venuti in mente dei suggerimenti riguardo l'uso delle truppe e dell'AI.



Cominciamo dall'artiglieria: ho già detto nel tutorial che spesso per forzare le batterie ad avanzare è necessario disattivare l'AI del capitano d'artiglieria. A volte però non basta perchè l'AI del pezzo se sta sparando non sembra esegue con prontezza. In questi casi fatela facile, dite direttamente al pezzo dove andare (anche senza disattivare la sua AI). Può sembrare troppo da microgestione, ma i cannoni sono strumenti da usare con precisione (il terreno dove li metti influenza la loro efficacia) quindi vale la pena di fare lo sforzo.

Sempre riguardo l'artiglieria, ricordate sempre che il miglior uso è far puntare tutti i pezzi contro un singolo bersaglio alla volta.

Passiamo alla fanteria: se comandate un corpo di fanteria: date gli ordini a comandanti di divisione finchè vi muovete, ma poi passate ai comandanti di brigata quando si passa allo scontro: per avere un miglior controllo distaccate le brigate, almeno l'AI di divisione non interferirà sul vostro controllo. Per situazioni che richiedono una reazione più immediata date gli ordini anche ai singoli reggimenti.

In generale comunque la giusta combinazione di stance e punti di movimento vi permette di avere un ottimo controllo. Esempio: voglio un'azione offensiva forte verso un punto: do al comandante di brigata dove voglio che vada (oltre la linea nemica ad esempio) e poi setto la sua stance su "attack". Gradualmente lo vedrete spingere verso quella direzione: forse non con la premura o la precisione che vi piacerebbe, ma lo fa. Lo stesso vale per una manovra di arretramento, indicate un punto arretrato e settate una stance difensiva, e gradualmente ci sarà un movimento all'indietro.

venerdì 17 gennaio 2014

War Thunder Ground Forces



Ripercorrendo all'indietro i passi di World of Tanks, War Thunder passa dagli aerei ai carri armati. Graficamente bellissimo, peccato sia la solita solva.


sabato 11 gennaio 2014

Battaglia HITS a Scourge 10.10.2014

Ieri scontro 2vs2 con Scourge in ambientazione ACW. Berthier ed io contro 2 amici di Kriegs. La mappa è Alpine, vale a dire una pianura tagliata in due da una grossa cresta di colline. La battaglia è un meeting engagement. Noi abbiamo una leggera superiorità numerica e abbiamo due fantastici reggimenti di shapshooters che hanno una velocità di fuoco impressionante, ma loro sono più vicini e sullo stesso lato della cresta dell'obbiettivo.

Mentre marciamo verso l'obbiettivo si butta giù una bozza di piano: assumo che l'avversario arriva da est come effettivamente avviene e dato che ho la divisione più grossa, la userò per bloccare la loro marcia verso l'obbiettivo mentre Berthier, si posiziona a difesa dell'obbiettivo, dove se pressato duramente mi ritirerò.

All'inizio non ero d'accordo sulla direzione di marcia di Berthier fuori dalla strada di una delle sue brigate (per un problema l'altra invece ha marciato lungo la strada con me) ma alla fine la cosa ha pagato perchè è arrivato nel punto giusto al momento giusto.

Immediatamente oltre la cresta vedo prima uno dei loro ufficiali e poi inizio a vedere le loro truppe. E' tardi per bloccarle in modo proprio, ma decido di prenderli in crisi di movimento. Comunico a Berthier cosa succede e gli dico di andare all'obbiettivo, mentre faccio un movimento di avanzata diagonale con le brigate per intercettarli: in realtà come scoprirò più tardi dal replay, le truppe nemiche sono avanzate in due colonne e io ho visto solo la più vicina, mentre l'altra era già vicina all'obbiettivo anche se erano mal posizionate.

Devo comunque averli presi in contropiede perchè la mia prima brigata fa un'ottima partenza e blocca la colonna nemica più vicina. Avevo preventivato di tenere la seconda di riserva per legarmi a Berthier, e coprire la marcia di ricongiungimento della sua seconda brigata, ma vedo da lontano che il nemico combatte già con lui ma che le sue spalle (almeno dalla mia posizione) sembrano scoperte. Quindi mi gioco il tutto per tutto e butto la mia seconda brigata nel buco. In realtà ci sono più truppe nemiche di quanto penso oltre la mia visuale, ma con il supporto degli sharpshooters di Berthier riusciamo a prendere nel mezzo 3 o 4  reggimenti nemici, che riusciamo a distruggere. A questo punto Berthier è libero di pressare progressivamente verso est, mentre la mia prima brigata riesce a tenere bloccate forze nemiche superiori per parecchio tempo e anche molto bene (anche perchè i loro attacchi mi sembrano scoordinati). Il resto lo potete vedere dal video: il nemico è tagliato in due e viene sospinto indietro, finchè rompono il contatto e fuggono.


Questo il video del replay strategico:


E questa la visuale dal campo di battaglia:


Annunciato Scourge of War Waterloo

E vai, finalmente è stata annunciata la prossima incarnazione del motore di Scourge of War:  Scourge of War Waterloo. Finalmente seguendo la grande richiesta dei fans il motore muoverà dai campi della guerra civile a quelli europei di 50 anni prima.

Il gioco è stato annunciato durante un podcast live con il blog The Strategy Wargamer, che potete rivedere  qui:


Lo sto guardando adesso io stesso (non che capisca moltissimo dei dettagli, ma ancora non sono arrivato ai punti topici). 

Comunque fantastico, sul sito è già apparsa un'immagine di La Haye Sainte


mercoledì 8 gennaio 2014

WARGAME RED DRAGON: TEASER

Rilasciato il primo video teaser per Wargame Red Dragon. Come i precedenti graficamente è impressionante.


lunedì 6 gennaio 2014

Altri due video con Scourge of War

Il primo è la visuale strategica della partita di Sabato:



Per la discussione sulla battaglia andate qua: http://www.realtimestrategy.it/viewtopic.php?p=116951#p116951


Questa invece è la visuale dal terreno della battaglia di ieri sera:




domenica 5 gennaio 2014

sabato 4 gennaio 2014

Scourge of War - Battaglia HITS a Prairie Grove

Nuova battaglia multiplayer ieri sera con i ragazzi di Kriegs e Berthier. Per la prima volta abbiamo usato il mod di Prairie Grove ( http://en.wikipedia.org/wiki/Battle_of_Prairie_Grove ). Bellissima mappa ma se l'Arkansas è così penso non ci andrò mai in vacanza.

Noi confederati dobbiamo tenere il guado sul fiume sgombro contro l'attacco nordista. Mando la brigata di Hays a sud sud est dell'obbiettivo e quella di Berthier a nord nord-ovest. La mia brigata AI resta indietro per ogni evenienza. Caso vuole che entrambi siano attaccati allo stesso tempo, ma mentre l'avversario di Berthier è aggressivo oltre che numericamente superiore, quello contro Hays sembra non voler spingere e dopo i primi canister dei cannoni che avevo mosso a supporto diretto si limita a schermagliare (solo dal replay vedrò poi quanto numericamente fosse superiore a Hays. Quindi un po' d'azzardo, muovo la brigata AI a supporto di Berthier e una batteria sul fianco dell'avversario per prenderlo d'infilata. Stavolta è lui a trovarsi in inferiorità numerica e per non dargli respiro, metto la brigata AI nella stance "attack" dandogli una zona di movimento oltre l'avversario. Lo ricaccia indietro e gli fa male, intanto Berthier torna al centro per far riposare le truppe e formare una riserva. Intercetto messaggi in cui il comandante a sud viene spronato ad attaccare dato che dovrebbe essere in superiorità numerica e che le sue truppe sono disfatte e devono riformarsi: un'utile informazione. A questo punto, rimetto la brigata AI in "hold to the last" e gli do come nuova zona il fianco del nemico a sud, che alla fine inizia a premere Hays sui fianchi. Quindi a questo punto la situazione si ripete a sud, prendiamo l'avversario in superiorità e lo ributtiamo indietro.

Da questo punto in avanti è una sequenza di loro tentativi di organizzare attacchi, mentre noi continuiamo a fare un gioco di turnover fra fronte e riserve. Alla fine organizzano un attacco frontale, ma  sono respinti da Hays e Berto, mentre io lancio la brigata AI all'attacco proprio nella fase finale.

Insomma questa partita è un'ottima dimostrazione dell'importanza di avere riserve fresche, far riposare le truppe quando possibile, gestire le batterie al meglio dando il massimo campo di tiro e saper usare le stance per passare da difensivo ad aggressivo e indietro quando necessario.



Articolo storico su The Wargamer Melvin the Giant Killer

Su The Wargamer trovate un articolo storico sulla cacciatorpediniere Melvin che durante la battaglia di Leyte del 1944, silurò e affondò la corazzata giapponese Fuso.

http://www.wargamer.com/article/3497/historical-article-melvin-the-giant-killer

mercoledì 1 gennaio 2014

Black Hawk Down: La Vera Storia

Documentario di History Channel sul soggetto del film Black Hawk Down



Ricordo che l'autore del libro da cui è tratta il film, l'autore sostiene che gli Italiani illuminavano le zone per facilitare i guerriglieri somali. Ovviamente le prove di questo fatto stanno a zero, ma dati i rapporti tesi tra il comando italiano e quello americano all'epoca ogni paranoia trovava supporto.