nuovo

Visualizzazione post con etichetta guerra civile americana. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta guerra civile americana. Mostra tutti i post

martedì 9 settembre 2014

Scourge of War - Lynchburg

E' stato rilasciato l'addon gratuito per Scourge of War con la mappa della battaglia di Lynchburg .

http://www.norbsoftware.com/NSDTeam/Lynchburg/SOW_Lynchburg.zip

To install, just unzip the Lynchburg folder to your Mods folder and enable in game. Included in the zip is a Lynchburg Readme.pdf with more info on the features and historic battle. 

Version 1.0
Author: Little Powell, RebBugler, LouiRaider, 2nd Texas 

This a standalone mod for Scourge Of War - Gettysburg. It is a special project we did for Liberty College in Lynchburg, VA for the 150th commemoration of the battle. 

Important: You must have patch 1.5 or later to use this add-on.

Features:

- 5x5 mile map covering the Lynchburg battle area, including General Hunter’s headquarters “Sandusky”, The Quaker Meeting house, and other historic structures.
- Five Union and Confederate historic and “what if” scenarios covering the action.
- Historic Order of Battle
- Historic unit flags used during the battle
- One multiplayer scenario covering the action of July 18th, 1864
- In-game Lynchburg splash screens

Notes on the map:

The map includes several tactical features that make for enjoyable Sandbox/Multiplayer games. There is a river that separates the northeastern part of the map which includes the famous covered 9th street bridge. There are two earthen forts (Ft. Early and Ft. McCausland) and plenty of open areas surrounded by woods and LOTS of hills. Also the distinctive high mountain peaks to the southeast. 


More info on The Battle of Lynchburg: Hunter's Raid




martedì 2 settembre 2014

Failure in the Saddle: Nathan Bedford Forrest, Joe Wheeler, and the Confederate Cavalry in the Chickamauga Campaign

Failure in the Saddle di David A. Powell è l'impietosa descrizione della cattiva performance della cavalleria confederata durante la campagna che porterà alla battaglia di Chickamauga. L'autore descrive le azioni dei comandanti dei due corpi di cavalleria confederati, Forrest e Wheeler, e dei loro sottoposti.

Anche se sembrerà strano, data la fama di Forrest, quest'ultimo mancava dell'esperienza teorica per gestire la cavalleria nei classici ruoli di copertura e ricognizione necessari quando agiva come forza di supporto alla fanteria ed inoltre non era tagliato per comandi così grossi come quello di corpo, che richiedono di delegare e non di gestire in prima persona.

Joe Wheeler ne esce anche peggio: passivo e svogliato, la sua performance fu deprimente.

Un  libro interessante per l'analisi di come agiva la cavalleria durante la guerra civile.


domenica 9 febbraio 2014

Scourge of War HITS battaglia 08.02.2014

Ieri grossa battaglia 3vs3 a Scourge of War HITS, circa 29.000 in campo e un obbiettivo. Noi facciamo i nordisti. Partiamo subito male per un mio errore di comunicazione, mando Berthier sull'obbiettivo con un'avanguardia di cavalleria, ma sbaglio a dire a Flavia la direzione, voglio che vada a destra dell'obbiettivo a sud, ma mi dimentico di dire che intendo la destra rispetto al nostro punto di vista, non la destra assoluta rispetto alla mappa, per cui mi accorgo tardi che si sta allontanando da noi verso est (un bosco ci separava nella zona di schieramento iniziale), e peggio ancora cozza subito contro le truppe avversarie che marciano invece verso nord  (mi sono appuntato che per la prossima volta, smetterò di usare il testo scritto, manderò i punti geografici solo tramite la funzionalità grafica standard; non la usavo fino a questo momento perchè se il giocatore non guarda la mappa con il suo ufficiale settato non vede la posizione richiesta e questo da adito ad errori se il giocatore non lo sa, ma c'è troppa possibilità di errore con il testo scritto). Come potete vedere dal video il risultato è che la divisione AI che doveva formare la nostra sinistra e limitarsi a contenere le truppe, mentre Flavia e Alberto attaccavano il fianco sinistro nemico, deve lottare disperatamente per evitare di perdere il contatto con Flavia, che manovrava per sganciarsi e raggiungerci, dato che il nemico è fortemente sbilanciato verso nord, cosa che sarebbe stata ottima nel piano iniziale, ma pessima nella situazione in cui eravamo.

Comunque sia lo sganciamento e il ricongiungimento alla fine sono comunque riusciti pur nella difficile situazione anche se al costo di quasi tutta l'artiglieria e qualche reggimento e Berthier  a sud riesce a tenere e anche contrattaccare. Alla fine comunque ci chiudiamo in una difesa a riccio tenace di circa 2 ore e mezzo, e anche se numericamente siamo di più, le truppe confederate sono migliori e hanno parecchia artiglieria per cui alla fine ammettiamo la sconfitta, quando ormai è evidente che le nostre truppe non reggono più.


sabato 4 gennaio 2014

Scourge of War - Battaglia HITS a Prairie Grove

Nuova battaglia multiplayer ieri sera con i ragazzi di Kriegs e Berthier. Per la prima volta abbiamo usato il mod di Prairie Grove ( http://en.wikipedia.org/wiki/Battle_of_Prairie_Grove ). Bellissima mappa ma se l'Arkansas è così penso non ci andrò mai in vacanza.

Noi confederati dobbiamo tenere il guado sul fiume sgombro contro l'attacco nordista. Mando la brigata di Hays a sud sud est dell'obbiettivo e quella di Berthier a nord nord-ovest. La mia brigata AI resta indietro per ogni evenienza. Caso vuole che entrambi siano attaccati allo stesso tempo, ma mentre l'avversario di Berthier è aggressivo oltre che numericamente superiore, quello contro Hays sembra non voler spingere e dopo i primi canister dei cannoni che avevo mosso a supporto diretto si limita a schermagliare (solo dal replay vedrò poi quanto numericamente fosse superiore a Hays. Quindi un po' d'azzardo, muovo la brigata AI a supporto di Berthier e una batteria sul fianco dell'avversario per prenderlo d'infilata. Stavolta è lui a trovarsi in inferiorità numerica e per non dargli respiro, metto la brigata AI nella stance "attack" dandogli una zona di movimento oltre l'avversario. Lo ricaccia indietro e gli fa male, intanto Berthier torna al centro per far riposare le truppe e formare una riserva. Intercetto messaggi in cui il comandante a sud viene spronato ad attaccare dato che dovrebbe essere in superiorità numerica e che le sue truppe sono disfatte e devono riformarsi: un'utile informazione. A questo punto, rimetto la brigata AI in "hold to the last" e gli do come nuova zona il fianco del nemico a sud, che alla fine inizia a premere Hays sui fianchi. Quindi a questo punto la situazione si ripete a sud, prendiamo l'avversario in superiorità e lo ributtiamo indietro.

Da questo punto in avanti è una sequenza di loro tentativi di organizzare attacchi, mentre noi continuiamo a fare un gioco di turnover fra fronte e riserve. Alla fine organizzano un attacco frontale, ma  sono respinti da Hays e Berto, mentre io lancio la brigata AI all'attacco proprio nella fase finale.

Insomma questa partita è un'ottima dimostrazione dell'importanza di avere riserve fresche, far riposare le truppe quando possibile, gestire le batterie al meglio dando il massimo campo di tiro e saper usare le stance per passare da difensivo ad aggressivo e indietro quando necessario.



sabato 28 dicembre 2013

Scourge of War HITS partita del 27.12.2013

Splendida partita ieri sera con Scourge liscio (usato solo il mod courier&map), tra l'altro siamo riusciti a fare una squadra solo italiana, con Flavia, Berthier (che se l'è cavata egregiamente al suo primo test con un'intera divisione) e io contro due amici anglosassoni del sito di Kriegs. Per compensare il fatto di essere 3 contro 2 umani, avevano dalla loro parte una leggere superiorità numerica (3000 uomini circa, il cui peso però l'abbiamo sentito) e reggimenti leggermente migliori. Noi tenevamo i confederati su tre divisioni in un corpo, loro 2 Corpi su 2 divisioni ciascuno, 17000 contro 20000.

Dal video strategico qui sotto potete vedere i movimenti strategici; ho mandato Berthier sulla collina a nord dell'obbiettivo per tenere d'occhio quella direzione, Flavia sull'obbiettivo e la mia divisione a sud a coprire il retro di Flavia, in modo da poter raggiungere entrambi per ogni evenienza. Il ragionamento era: se arrivano da S-Ovest mi muovo ad intercettarli, in modo da fermarli molto prima dell'obbiettivo, se arrivano da N-Ovest ci pensa Berthier, se arrivano da Ovest Flavia li puoi arrestare il tempo sufficiente per permetterci di raggiungerlo.



Dopo un tempo interminabile: finalmente Flavia ci segnala truppe nemiche a ovest ma che sembrano arrestarsi, invece poi si accorge che l'altro corpo nemico, coperto dal Little Round Top sta marciando da S-ovest contro il suo fianco. Mi manda la segnalazione e prontamente con colpo d'occhio occupa prima dell'avversario una collinetta sul suo fianco con una brigata. Io segnalo a Berthier i fatti e gli dico di marciare su W. Patterson, che suppongo sia il punto di giunzione con Flavia in quel momento, e muovo la mia divisione sulla collinetta dove Flavia è pressato. Arrivo in tempo per dargli supporto, ma come potete vedere dal video il nostro centro,  dove c'era l'obbiettivo, era poco difeso di fronte ad un intero corpo nordista. L'avversario però si è dimostrato timoroso in qualche modo rispetto ad un attacco sul fianco (notate le forze che teneva a copertura a nord), solo dopo non aver visto nulla si è mosso verso il centro, ma a quel punto Berthier è arrivato, prendendolo sul fianco.

Deve averci messo un po' a realizzare cosa stava arrivando, probabilmente perchè stava comandando verso il centro, ma quando se ne è reso conto è ripiegato in fretta sulla sua posizione terminando il suo attacco. La manovra sembra aver avuto un impatto psicologico sproporzionato, perchè probabilmente ha scambiato la manovra aggressiva di Berthier sul suo fianco per l'attacco di una forza superiore e ha tenuto ferme per tutta la partita due brigate fresche e non si è reso conto del buco che si era creato tra le nostre forze e la divisione di Berthier. Sul momento non l'ho capito, infatti tempestavo Berthier di messaggi per spingerlo a ripiegare verso di noi  (anche se parecchi sono stati intercettati), poi alla fine ho intuito che in qualche modo era in sudditanza psicologica e quindi ho chiesto a Berthier di continuare la manovra se non riusciva a sganciarsi.

Sull'altro fianco abbiamo difeso la collinetta per parecchio e ho piazzato una brigata e batterie nel punto di difesa della casetta. Dopo un po' però la collina è andata persa, ma siamo riusciti a riorganizzare una linea tra l'obbiettivo e la casa e i cannoni a canister hanno infranto tutti i tentativi di attacco della truppe stanche del corpo di S-ovest.

Alla fine abbiamo conservato la zona dell'obbiettivo anche se non con tutte le forze previste e ce la siamo cavata anche per una serie di fattori fortunati, ma anche questo fa parte della guerra :).

Parlando seriamente, casi come questo ti fanno capire come i fattori umani e le percezioni influenzino i comandanti sul campo di battaglia e il perchè di certi madornali errori di valutazione, che letti a posteriori sembrano incredibili.

Qui sotto il video dal mio punto di vista.






domenica 15 dicembre 2013

Recensione libro: America's Civil War: The Operational Battlefield, 1861-1863

Visto che siamo in tema di guerra civile americana, ho letto di recente questo libro America's Civil War: The Operational Battlefield, 1861-1863 di Brian Holden Reid. L'autore è inglese ed è un'esperto di teoria militare, quindi ne fa un giudice piuttosto neutro sugli eventi americani di meta '800. Il libro è la prima parte di una coppia (il secondo sul 1864-65 deve ancora uscire), ed è incentrato non solo sulla parte strategica, operazionale e tattica ma anche sugli eventi politici connessi alle operazioni militari (come l'acceso dibattito se fosse lecito vivere "sul territorio" o sequestrare gli schiavi nelle zone conquistate). Ne esce un quadro bene diverso da quello che qualcuno che ha letto il libro di Luraghi si potrebbe aspettare. Al di là delle pecche o pregi dei singoli generali (la maggior parte di loro non ne esce bene, soprattutto tra i sudisti, più impegnati a salvaguardare il proprio onore di fronte ai colleghi che a vincere la guerra) emergono chiaramente le pecche strategiche e organizzative di entrambi gli eserciti, incentrati sul modello dell'US Army anteguerra, soprattutto la mancanza di uno stato maggiore funzionante ai livelli superiori alla brigata, che si traduceva in mancanza di coordinazione sul campo soprattutto in attacco, che portava a fallimenti anche in situazioni di vantaggio o all'incapacità di sfruttare operativamente i vantaggi tattici: questo fatto e non le armi da fuoco potenziate impedirono le vittorie decisive stile napoleonico di un esercito sull'altro. Direi che la parte imperdibile del libro sono appunto le descrizioni operazionali delle campagne e i giudizi severi ma giusti sulle performance dei generali (leggendo la descrizione di Chickamauga non si può fare a mano di ridere della figura di Polk, un vero coglione, e non quella specie di martire descritto da Luraghi).

Comunque non vedo l'ora che esca il secondo volume.



lunedì 10 giugno 2013

Annunciato Brandy Station per Scourge of War

Annunciato l'ultimo modulo per Scourge of War: Brandy Station. La battaglia è stata il più grande scontro di cavalleria della guerra civile. Il modulo contiene una nuova mappa, 10 scenari single e 5 multi. Ecco la notiiza ufficiale: http://www.matrixgames.com/news/1108/Scourge.of.War.the.charge.for.Brandy.Station!


venerdì 4 gennaio 2013

martedì 1 gennaio 2013

The Bloody Crucible of Courage: Fighting Methods and Combat Experience of the Civil War

Consiglio caldamente questo libro a tutti gli interessati alle tattiche ottocentesche e che non vogliano rimanere ancorati alle, ormai smentite da anni, affermazioni ex-cathedra del Luraghi (che riprendono affermazioni ancora più vecchie della storiografia americana degli anni '60). L'autore, un esperto di storia militare moderna  , non si limita a descrivere l'arte bellica della Guerra Civile, ma la inquadra nella teoria e nella pratica dalle guerre napoleoniche fino alla guerra franco-prussiana (bellissimo l'excursus sulla formazione a colonna di compagnie prussiana). Se ne ottiene una visione di insieme notevolissima.

Ecco una recensione:

http://www.cwbr.com/index.php?q=2814&field=ID&browse=yes&record=full&searching=yes&Submit=Search


domenica 25 novembre 2012

Battaglia a Scourge of War anche ieri sera

Ieri sera in tre abbiamo fatto un'altra battaglia HITS a Scourge. E' stato uno scontro corpo contro corpo, noi contro l'AI, una divisione a testa. Si è trasformato in un grosso massacro, in cui l'artiglieria, specialmente sulla destra, dove Flavia ha messo in piedi un'epica difesa, ha giocato un ruolo importante. Ad un certo punto, visto che eravamo minacciati da tutte le parti, ho iniziato a portare i pezzi in prima linea ed ad usarli offensivamente, il che ha funzionato davvero bene.


mercoledì 19 settembre 2012

Altro turno con Pride of Nations, che noia..

Davvero la gran campagna è una noia abissale, troppo lunga, troppo tempo per un turno, troppa poca interazione. Penso che con Pride of Nations solo le mini campagne abbiano un senso (ne sono uscite tre aggiuntive con DLC da 2 euro, guerra ispano americana, guerra civile americana e guerra franco prussiana; deve uscirne una quarta tra poco).


lunedì 3 settembre 2012

Let's Play AGEOD's Civil War

Sempre in team Ageod ci sono questi filmati dimostrativi di Ageod American Civil War di cui non ho mai fatto ancora video. Probabilmente è stato il gioco di più gran successo dell'Ageod complice anche l'argomento e la profondità strategica della campagna (metto i primi 4 gli altri li trovate sul canale dell'autore)



martedì 31 luglio 2012

Splendide partite ieri con Scourge of War

Ieri sera abbiamo fatto ben due partite con quelli del mod GCM; eravamo in 12, una divisione a testa; due scontri frontali giganti. In particolare nella seconda i confederati (io) sembravano avere la meglio sulla nostra destra (non so come stesse andando sull'altro fianco) catturando una batteria nordista, ma ad un certo punto il nostro fronte è crollato malamente a causa del bombardamento di artiglieria ravvicinato. Bellissimo match comunque.